Archivi Portfolio - Le Ali Communication Advertising Agency
0
archive,post-type-archive,post-type-archive-portfolio_page,qode-social-login-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,select-theme-ver-4.1, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Il Costruttore Solness

Solness è un grande costruttore che edifica la propria fortuna sulle ceneri della casa di famiglia della moglie derubandola di ogni possibile felicità futura.
Solness è terrorizzato dai giovani che picchiano alla porta e chiedono ai vecchi di farsi da parte. Ma la giovane Hilde non si preoccupa di bussare, decide di fare irruzione con una carica erotica e una energia dirompente. È tornata per rivendicare il suo regno di Principessa. Quel castello in aria che il grande costruttore le promise dieci anni prima.
Solness si nutre della vita delle donne che lo circondano ma quest’ultima gli sarà fatale e lo accompagnerà, amandolo, fino al bordo del precipizio.
Se Solness è un costruttore, Ibsen è un perfetto architetto in grado di edificare una casa dall’aspetto perfettamente borghese e ordinario, nelle cui intercapedini si celano principesse dimenticate, demoni e assistenti magici al servizio del padrone.
Il giorno del giudizio sotteso in tutta l’opera di Ibsen trova esplicita dichiarazione finale nel momento in cui, al culmine di tre atti in costante tensione, si arriverà alla sentenza finale. Una condanna inesorabile che sarà lo stesso Solness ad emettere contro sé stesso, senza pietà.
Solness soffre di vertigini, è già salito su una torre superando in un delirio di onnipotenza la paura del vuoto fino ad arrivare a dare del tu a Dio, minacciandolo di non costruire mai più chiese per lui. Ma dopo dieci anni il senso di colpa nei confronti della moglie e la paura di dover cedere il posto ai giovani lo indeboliranno e quando Hilde lo condurrà nuovamente in cima a una sua opera, si accorgerà che ciò che ha realizzato come uomo e come artista è troppo fragile per sostenere il peso della perduta felicità.

Piccini Marmi Pregiati

Una grande passione per la Pietra Naturale, e la lunga tradizione di eccellenza italiana, sono i tratti principali di Piccini Marmi Pregiati, un’azienda che fin dalla sua nascita opera e risiede in Italia, a Massa Carrara, il comparto estrattivo rinomato in tutto il mondo per il suo marmo pregiato.
La lunga esperienza professionale nel mondo dell’architettura e del design internazionale, ha contribuito in modo preminente alla sua crescita, evidenziando in ogni realizzazione l’innato gusto italiano per lo stile e l’eleganza, che sono oggi parte integrante e fondamento della sua identità.

L’azienda lavora da sempre in perfetta sinergia con architetti e progettisti di fama, per la realizzazione di ambiziosi ed importanti progetti architettonici, nei quali le originali caratteristiche di bellezza ed unicità della pietra naturale, unite ad una sapiente ed esperta lavorazione, conferiscono alle architetture ed agli ambienti un tono di esclusività e raffinatezza senza tempo. Lo splendore di questi materiali pregiati, le loro peculiarità cromatiche e materiche, concedono al creativo una grande libertà progettuale e suggeriscono soluzioni innovative che impreziosiscono il design, sia nel contesto di nuovi stili contemporanei che nell’ambito di progetti di architettura classica.

Molti importanti e prestigiosi progetti di architettura e di design come strutture pubbliche e commerciali, lussuosi hotel, sontuosi palazzi e splendide ville private, presenti in tutto il mondo, portano il tratto distintivo di Piccini Marmi Pregiati, indiscussa eccellenza del saper fare italiano.

Tesimag

Da oltre 35 anni TESIMAG è specializzata nella progettazione e nella fornitura di impianti di depurazione delle acque reflue industriali e di avanzati sistemi di pompaggio, che distribuisce e installa in tutto il mondo. Un’azienda dinamica e all’avanguardia proiettata verso le nuove frontiere della tecnologia, che studia per ogni singola realtà soluzioni personalizzate sempre più prestanti e innovative, coadiuvate da un esperto servizio di consulenza e assistenza. Un know-how industriale e professionale di alto valore, che pone l’azienda come partner ideale di lungo termine.
TASIMAG fornisce i suoi impianti a diversi settori produttivi e di trasformazione:
Industria Lapidea / industria Ceramica / industria Siderurgica / industria Cartaria / Industria Alimentare / Industria Chimica / Industria Mineraria / Plastica e Polimeri / Vetro / Inerti /

Latteria Riccianico

Latteria Riccianico è un caseificio artigianale di Firenzuola, nel cuore dell’Appennino Emiliano. Per la realizzazione del marchio abbiamo pensato ad un simbolo che rappresentasse l’azienda e raccontasse la sua storia in modo semplice e verace, come lo sono il latte e i formaggi genuini che ogni giorno producono con tanta passione. Ci siamo detti  che il loro valore primario proviene dalle mucche brune alpine, che rappresentano la vera eccellenza di Latteria Riccianico e sono parte integrante della sua storia.

Abbiamo pensato che proprio loro dovessero rappresentare la semplicità e l’entusiasmo dell’azienda e che il suo simbolo distintivo dovesse essere davvero speciale, per trasmettere la simpatia e la natura bucolica dell’essere casari …… e soprattutto che la trasmettesse ai consumatori attraverso l’etichetta sui formaggi.

Etrusca Marmi Realizzazione Sito Web, Brochure, Seravezza, Querceta

Etrusca Marmi

Da tre generazioni Etrusca Marmi realizza stupende opere in Marmo e in Pietre Naturali, lavorando con l’entusiasmo e l’intensa passione di chi conosce profondamente questa materia antica, scoprendone giorno dopo giorno nuovi valori ed inediti linguaggi estetici.

Ogni progetto realizzato, si distingue per l’elevata cura del dettaglio e per l’originalità stilistica divenuta nel tempo tratto indelebile del nostro DNA aziendale.

Photo Shooting Breton Luxmaster Tango, Lucidatrice per Lastre di Marmo

BRETON – Luxmaster Tango

Photo Shooting Breton Luxmaster Tango

Il nuovo progetto della LUXMASTER TANGO è frutto di un perfetto mix tra tradizione ed innovazione. Affidabilità, robustezza, eccellenza delle prestazioni, e soluzioni innovative, caratteristiche che da sempre contraddistinguono i prodotti Breton, sono state le linee guida anche per la progettazione di questo nuovo modello di lucidatrice per lastre di marmo.

Omnia Marble

Da oltre 50 anni trasmettiamo il valore e la bellezza originale della Pietra Naturale. Una lunga tradizione famigliare fatta di passione ed eccellenza, che ha portato Omnia ad essere uno dei massimi esperti nel mondo di questa antica e preziosa materia litica.

Doctoremedy

DOCTOREMEDY S.r.l nasce il 14 gennaio 2016, come evoluzione naturale di IN HERBIS SALUS, azienda familiare con esperienza trentennale, fondata nel 1985 da Rita Militerni (Erborista) e dal marito Dr. Antonio Renzo Baldassini (Medico Anestesista ed esperto in Agopuntura, Fitoterapia e Omeopatia)

La nostra attenzione è rivolta al ripristino e al mantenimento dello stato di salute e benessere della persona, con rimedi naturali e alimentazione biologica, selezionando costantemente nel mercato mondiale solo prodotti di altissima qualità. Offriamo qualificata consulenza e assistenza durante le terapie omeopatiche e naturali, in continuità con i medici omeopatici.

UpGroup

Una delle basi fondanti della nostra storia di successo è la proficua e ininterrotta collaborazione di oltre 40 anni con i nomi più blasonati dell’Architettura e del Design: Michele De Lucchi, Achille Castiglioni, Aldo Rossi, Enzo Mari, Sergio Asti, Adolfo Natalini, Philippe Starck, Ugo La Pietra, Leonardo De Carlo, Alessandro Mendini, Marco Piva, David Palterer, Andrea Branzi, Danilo Silvestrin, Mario Bellini, Matteo Thun, Luca Scacchetti, Guglielmo Renzi, Marco Romanelli, …… e tanti altri.Molti di loro, hanno sperimentato e arricchito le loro competenze su come affrontare i diversi aspetti di una materia vivente come la pietra naturale, trascorrendo giorni e notti nel nostro laboratorio di Massa, per imprimere nel marmo il loro stile e le loro idee. Il patrimonio scaturito da questa assidua collaborazione è un affascinante catalogo di oggetti in marmo, tavoli, complementi d’arredo, caminetti, fontane, panche da giardino e pavimenti interni, tuttora disponibili presso UpGroup, oggetti unici e progetti straordinari, alcuni dei quali sono esposti in modo permanente in importanti musei come il MOMA di New York City. Nell’ambito architettonico, UpGroup ha collaborato e tuttora collabora con architetti, progettisti e stone contractor di rilievo, per la realizzazione di opere di architettura pubblica, civile e residenziale, come Hotels, Musei, Aeroporti, Banche, Centri commerciali e Ville, oltre alla realizzazione di importanti interventi di restauro conservativo su edifici storici, come il Duomo di Firenze, il museo degli Uffizi, il Museo del Conio della Banca d’Italia, il Duomo di Pistoia, la Casa Museo di Beethoven a Bonn e molti altri.

Abbiamo partecipato alla realizzazione di innumerevoli e prestigiose Ville residenziali e mega yacht, delle quali, nel massimo rispetto della privacy e della riservatezza,  forniamo referenze e documentazione fotografica  solo nel’ambito privato.

Alcune fra le opere realizzate: Hotel Esedra Boscolo – Roma /  Hotel Danieli – Vanezia / Hotel Pacific Village – Panama / Hotel Laguna Palace – Venezia / Hotel Schwarzenberg – Vienna / Port Palace Hotel – Montecarlo / Hotel Imperiale – Forte dei Marmi / l’Hotel Principe di Forte dei Marmi / Mandarin Oriental Hotel – Dhoa – Qatar /Aereoporto di Bologna / Crial Hotel – Reggio Calabria / Dynamo Camp – Limestre / Florence Gift Mart – Firenze / Carrefour e Centro Commerciale – Versilia / Old country farms in Chianti per Ilaria Miani / I Gigli” Mega Store e Centro Commerciale – Prato / Patrizia Pepe Boutique / Vapiano Stores – Hamburg & Vienna / San Lorenzo Yachts – serie 62/72- Global / Jimmy Choo Stores – Londra & Tokyo / Nuovo Porto di Montecarlo /

UpGroup è anche design su misura. L’idea del Cliente è sottoposta ad analisi di fattibilità con eventuali sopraluoghi e verifiche, selezione dei migliori materiali e assistenza dell’ufficio tecnico nell’ottimizzazione del progetto definitivo, con un approccio di partnership che dura fino alla realizzazione di tutti gli elementi e alla posa prodotto finale. Nell’ambito del design, oltre alle collezioni a catalogo, le mani esperte degli abili artigiani possono produrre progetti su misura in qualsiasi tipo di marmo e dimensione.

IL GATTO

Il gatto è un romanzo irriverente che scuote le nostre rassicuranti pretese morali, tradendo ogni retorica perbenista, e che ci conduce a perlustrare le ingarbugliate e contorte strettoie del nostro mondo interiore con sfacciata onestà.

Émile e Marguerite sono prigionieri in un matrimonio che ha ceduto il passo a un bieco e beffardo conflitto permanente. Forse i due si sono amati un tempo, o forse hanno allestito la scena posticcia della loro unione per non restare soli a recitare sul palcoscenico spoglio e desolante della senilità. Forse le origini della loro guerra domestica sono da ricercare ben prima della morte del gatto. Troppo diversi tra loro, Émile e Marguerite non si sono mai veramente sopportati. Lei, di origine piccolo borghese e dai modi fin troppo affettati; lui, ruvido capomastro in pensione, amante dei sigari e del vino rosso. Marguerite non si è mai liberata del ricordo del suo primo marito violinista ed Émile rimpiange la sua prima moglie morta troppo presto.

“Il gatto di Simenon – spiega Roberto Valerio nei suoi appunti di regia – ci consegna personaggi che possiedono una caleidoscopica complessità e una vibrante vocazione teatrale; è un testo feroce che rovista tra le pieghe della mente e le incrinature del cuore dei protagonisti, descritti con uno sguardo crudo e spietato.

La morte dell’amato gatto di lui per avvelenamento è la miccia che accende l’odio e fa crollare l’esile impalcatura della loro relazione e della loro intera esistenza. L’uomo, convinto, non a sproposito, che il crimine sia stato compiuto dalla moglie, si scaglia furioso sul pappagallo di lei, trucidandolo. L’orribile fine dei due animali, testimoni di una vita anteriore, ricordo consolatorio di un altrove, nonché specchio vitale e conservativo dell’essenza antitetica dei loro padroni, manda in frantumi il legame fondamentale e identitario con il passato, unico sostegno rimasto a sorreggere queste due anime inquiete in quel vuoto di senso che è ormai la loro vita.

Si ritrovano così a inaugurare la livida e irrevocabile stagione del silenzio. Non si parleranno più, se non tramite caustici bigliettini in cui esprimono, con corrosivo livore, un’autentica e reciproca ripugnanza. Il flusso di coscienza che li attanaglia prende la forma di un convulso monologo interiore, un sordido turpiloquio che si sprigiona dal fondo oscuro della loro mente, e che eccita obliqui, indicibili pensieri. Il silenzio ostinato diviene la cifra della loro esistenza, un nutrimento vivo ed essenziale, il solo nutrimento che condividono ma che li unisce vigorosamente ed instancabilmente.

Tutto cade a pezzi, si frantuma e disintegra sotto il peso del disprezzo e della rabbia ma i due non si separano, il desiderio di libertà e la paura della solitudine si mescolano e confondono in una perturbante prossimità. L’odio li tiene uniti. Fino all’ultimo respiro trovano la forza di torturarsi negandosi ostinatamente l’unica cosa che, forse, avrebbe potuto restituire una profondità autentica alla loro vita: l’amore”.